Credito d’imposta e Incentivi 4.0, con Move&Do si punta al digitale

Con Move&Do – leader nella localizzazione satellitare del settore ecologia – puoi accedere agli incentivi “Industria 4.0” diventati “Transizione 4.0“.

nuovo-transizione40-86-nov

Come farlo? È possibile beneficiare del credito d’imposta per gli investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2022 per l’acquisto di automezzi o per le spese di dotazione dei mezzi di opportune tecnologie di interconnessione.

Cos’è il Credito d’imposta?

Il credito d’imposta industria 4.0 è un’agevolazione fiscale importante per le aziende che decidono di investire nella modernizzazione e interconnessione dei propri beni strumentali.

Chi può accedere al credito d’imposta?

Possono accedere a questo beneficio le imprese residenti nel territorio dello Stato italiano, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi con dotazioni 4.0 destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato.

Cosa è utile sapere?

Rientrano nell’agevolazione gli investimenti effettuati a partire dal 16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2022, oppure entro il 30 giugno 2023 se il relativo ordine è già stato accettato dal venditore entro il 31 dicembre 2022 e sono stati pagati acconti pari ad almeno il 20% del costo di acquisto.

Interessante notare che l’Agenzia delle Entrate, con due risposte fornite in sede di interpello, ha chiarito che il credito d’imposta, riconosciuto anche per l’acquisizione di beni strumentali nuovi (credito d’imposta introdotto ad opera dell’art. 1, commi da 184 a 189, della Legge 160/2019 – c.d. Legge di Bilancio 2020), può essere riconosciuto anche in relazione agli investimenti in mezzi autocompattatori, mezzi autospazzatrici, autobetoniere e betonpompe.

Sempre l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che non è comunque di ostacolo la circostanza che tali componenti e attrezzature (idonee a realizzare lo specifico “lavoro” di raccolta e compattazione dei rifiuti, di lavaggio/spazzatura delle strade ovvero di carico e scarico dei materiali di impiego dell’attività edilizia) siano installate su di un bene che si qualifica come “veicolo”, in quanto tale escluso in via di principio dalla disciplina agevolativa.

Come accedere agli incentivi “Industria 4.0”?

  • acquista un mezzo con le dotazioni richieste dalla circolare n. 4E del 30/07/2017;
  • interconnetti il mezzo al tuo “Sistema Fabbrica”;
  • accedi al “Credito d’Imposta 4.0” (Legge n.178 del 30/12/2020).

In pratica cosa devi fare per usufruire della “Transizione 4.0”?

Se volete usufruire degli incentivi sul credito di imposta per l’acquisto del mezzo questo deve ricevere dati dall’azienda (controllo da remoto) e inviarne a sua volta. Sarà sufficiente installare un nostro apparato satellitare e aggiungere i sensori che permettono questo scambio di informazioni e quindi l’interconnessione.

Se invece avete interesse a far rientrare negli incentivi solo l’allestimento (compattatore, spazzatrice, betoniera) sarà sufficiente installare sul mezzo la strumentazione di bordo consistente in un tablet con installata la nostra App Route Assistant che permette di inviare all’autista i tragitti da effettuare.

Approfitta di queste opportunità e contattaci per avere ulteriori informazioni.